Spinning al tigerfish

Dopo aver aver visto, nel precedente post, una curiosità biologica sui tigerfish (leggi), parliamo di come viene pescato questo pesce nei paesi africani di cui è originario.

Spinning al tigerfish

Essendo il tigerfish un vorace predatore, lo spinning sarebbe la tecnica ideale per tentare la cattura dell’esemplare da record. Tuttavia, per la ricerca del Goliath tigerfish nel bacino del Congo la pesca col vivo è quasi sempre preferita a quella a lancio e alla traina con gli artificiali. Il motivo principale di questa scelta risiede nella grande quantità di vegetazione acquatica che impedisce di far lavorare correttamente le imitazioni. In molte altre zone dell’Africa tropicale, invece, lo spinning al tigerfish è una tecnica ampiamente diffusa. Le attrezzature robuste sono d’obbligo in questa pesca. Non tutte le specie di tigerfish raggiungono le dimensioni del Goliath, ma si tratta comunque di pesci di taglia ragguardevole e potenza esplosiva. I combo usati sono sia da casting che da spinning classico, con una discreta preferenza verso queste ultime, per via della maggior tenuta della frizione dei mulinelli a bobina fissa: un grosso tigerfish è capace di sradicare filo anche da una frizione stretta al massimo.


Congo_ (6)

L’uso di una buona treccia da 40, o meglio 50 libbre è raccomandabile. Per quanto riguarda gli artificiali, il tigerfish è un pesce di bocca buona. Grossi ondulanti e minnows, armati di ancorette ed anellini affidabili, sono la base in questa pesca, ma i tiger non disdegnano neanche i top water, come popper e stickbait da recuperare a walking the dog. Nelle giornate in cui i pesci appaiono svogliati e si limitano a seguire gli artificiali classici senza mordere, ecco che delle grosse esche siliconiche, innescate Texas o drop shot e manovrate lentamente sul fondo, possono fare la differenza. Inutile dire che, data la dentatura mostruosa di cui è dotata questa specie, l’uso di un adeguato cavetto d’acciaio è assolutamente indispensabile.

Congo_ (19)

Nel prossimo post vedremo il resoconto del pescatore-avventuriero David Mailland di tre giorni di pesca nel bacino del fiume congo alla ricerca del mostruoso Goliath tigerfish!

La Redazione di PescaTV.it (sezione pesca a spinning)

La Redazione della sezione "Pesca a spinning" del gruppo Pesca TV (http://pescatv.it) è formata da pescatori, articolisti, fotografi, agonisti della pesca sportiva e videomaker appassionati di pesca. Proprio come te, anche noi abbiamo a cuore il rispetto della natura e la pratica del nostro passatempo preferito, quello che si fa con canna da pesca e mulinello tra le mani, sapendo di pescare bene ed in maniera etica. Oltre rispetto delle leggi scritte, vogliamo diffondere il rispetto di "leggi che non sono scritte", come per esempio il catch & release ed il rispetto per i pesci.